B&B_MAISON OTTAVIA 

luogo

Roma, Italia

committente

privato

superficie

160 mq

tipologia

albergiero

'Maison Ottavia' è un piccolo b&b di cinque stanze realizzato nel centro storico di Roma. 

 

La ricerca della 'romanità' e il capire come sintetizzarla in un progetto contemporaneo è stato il primo approccio al lavoro. 

Memoria e percezione sono stati i nostri strumenti.

2018 ATELIER 800 521-Modifica.jpg

I colori e la luce

la luce di Roma riporta subito al giallo del sole, all'arancio del tramonto, all'azzurro del cielo 

la memoria, la storia riporta al giallo oro, al rosso imperiale 

la presenza del fiume riporta al verde Tevere

il volo degli uccelli nel cielo di Roma ci fa scegliere la luce .....di Artemide dei giapponesi ...... 

2018 MAISON OTTAVIA 215-Modifica.jpg
2018 MAISON OTTAVIA 221-Modifica.jpg

La finestra 

è un tema sempre suggestivo per noi architetti.

La successione regolare delle finestre poste al primo piano nel prospetto di un palazzo fine '800 rimanda all'interno la presenza del contesto storico in cui le stanze si inseriscono

Tre sono gli interventi che decidiamo di fare sulla finestra

1. la scelta dell'infisso a vetro unico inquadra tratti dei prospetti dei palazzi romani frontali e di diversi angoli della città tra cui un cannocchiale privilegiato che traguarda Castel Sant'Angelo

2. la riquadratura all'interno del vano finestra con l'inserimento di una seduta nella profondità della parete esterna da un lato  è un rimando all'architettura storica dall'altro avvicina la vita interna della stanza alla vita esterna della città. Ovviamente la percezione è anche contraria,   

3. la luce puntuale in asse alla finestra è casa e definisce la posizione del piano scrittoio lineare parallelo alla parete esterna. La colazione in camera, un caffè, un momento dedicato al lavoro  si inserisce in una scena che guarda verso l'esterno. Una luce accesa davanti alla finestra rappresenta sempre una storia di vita che si vede dall'esterno

2018 MAISON OTTAVIA 076-Modifica.jpg
IMG_2953.JPG

la stanza e il viaggiatore

l'arte di ospitare si esprime nel capire e prevenire le necessità delle persone di diverse età, di diverse provenienze e culture 

dare all'ospite la facilità di organizzare uno spazio provvisorio

la libertà di movimento dentro uno spazio piccolo 

seguire l'istinto di un gesto in uno spazio sconosciuto 

la comodità nel riporre la valigia i vestiti e gli oggetti praticità

la comodità nello stare: la seduta ed il letto 

non avere nulla di superfluo 

 

Un tubolare in ferro a sezione tonda struttura ed organizza gli arredi interni dal letto ai tavoli agli stand per riporre gli indumenti 

La scelta del tessuto in velluto con colori selezionati ne ammorbidisce l'impatto

Piccoli oggetti più classici inseriti rimandano alla vita quotidiana dei tempi antichi

2018 MAISON OTTAVIA 153-Modifica.jpg
2018 MAISON OTTAVIA 176-Modifica.jpg
2018 MAISON OTTAVIA 057-Modifica.jpg
2018 MAISON OTTAVIA 033-Modifica.jpg

L'arte

ospitare l'arte mettendo a disposizione di giovani artisti gli spazi del beb per farsi conoscere

 

I materiali

il legno, l'intonaco e il marmo per l'involucro dello spazio interno

la scelta del pavimento in legno tinto nero posato su tutta la superficie del piano, compresi i locali di servizio, rappresenta la volontà di essere complementare all'articolarsi dello spazio delle camere e ai colori romani della città che vediamo dalle finestre

Roma è una città importante, ricca di riferimenti 

nella sua complessità, va cercata una sintesi