THE SHELTER_modulo abitativo prefabbricato autosufficiente

superficie

70 mq

tipologia

casa vacanze

Il progetto affronta e sviluppa il concetto di una casa rifugio immersa nella natura con lo scopo di soddisfare le esigenze primarie dell'uomo all'interno di uno spazio protetto dove vige la filosofia dell’abitare minimo.  

Là dove l'uomo sta bene, istintivamente si ferma.  

La costruzione vuole essere una cellula abitativa base, modulare e replicabile, che si inserisce nel paesaggio cercando una sinergia. Come una grande finestra ne vuole godere dall'interno la sua bellezza. 

Architettura, natura e tecnologia avanzata sono i fattori che collaborano simbioticamente per arrivare a questo prodotto.

L'adattabilità della cellula abitativa al terreno è data da una piattaforma in cemento che gestisce due quote di piano, il piano di calpestio e la seduta  lineare continua (20 cm. più alta rispetto al pavimento).

Su questa pedana si ancora l'involucro in legno e vetro di progetto.  Il tetto inclinato, che eleva in altezza un lato del volume, offre la possibilità di organizzare, per metà della superficie sottostante, un piano soppalcato adibito a stanza del riposo in cui con libertà possono essere collocate più postazioni letto servite da un bagno parcellizzato e due scrittoi indipendenti di lavoro posizionati davanti alle finestre rivolte al paesaggio circostante. 

La pianta è semplice. Il suo impianto distributivo si organizza su un'asse principale con i due fronti opposti vetrati a tutt'altezza. 

Da un lato il living sembra una grande culla aperta sul paesaggio. Il fuoco del camino appoggiato a terra al centro della vetrata diventa il punto intorno al quale si svolge la giornata scandita nei suoi diversi momenti. Una comoda grande seduta in cui distendersi per il relax da una parte e la convivialitá di un tavolo dove si mangia e si beve vino, dall'altra.  La pedana che si allunga all'esterno ne amplifica lo spazio e lo chiude nella sua circolaritá.

Sul fronte opposto si trovano le zone di servizio e lavoro. Un volume, che comprende un bagno e armadiature per il contenimento, divide la cucina dall'ingresso con la sua scala che porta al soppalco.

Il bagno centrale beneficia di una  luce filtrata dalle fessure dei listelli verticali in legno, in entrambi i livelli.

Anche su questo fronte lo spazio esterno lavora in complementarietà allo spazio interno. La cucina ha la sua appendice all'esterno su cui può essere collocata una griglia, la zona umida del bagno, la doccia, può essere accessibile dall’esterno.

Legna, scarpe attrezzi da giardino e attrezzi sportivi hanno anche loro una precisa collocazione all’esterno.

 

All’imbrunire la casa si accende. Illuminata diventa una lanterna appoggiata sul paesaggio.